Il tartufo a Savigno

Oggi parliamo di un argomento che ci sta molto a cuore: il tartufo a Savigno!

Come ben saprete la nostra trattoria sorge nel centro di questa ridente cittadina che è il nucleo, l’epicentro della raccolta del tartufo del centro-nord italiano.

Il tartufo a Savigno è di casa grazie al clima idoneo a farlo crescere forte nei suoi rigogliosi boschi: l’aria che si respira è fresca, l’acqua è cristallina… insomma, il mix perfetto per i tartufi!

A Savigno potrai trascorrere delle piacevoli e rilassanti domeniche all’insegna del cibo e della natura: basterà venire al Magna e Bevi per la prima parte e poi digerire con una gradevole passeggiata nel bosco, o nel centro della cittadina.

Noi del Magna e Bevi condividiamo con gli abitanti di Savigno l’amore per il tartufo e ve lo proponiamo sotto differenti spoglie per permettervi di assaporarne ogni aspetto; oltre che nei piatti che abbiamo fissi in menù infatti, ciclicamente vi proponiamo delle degustazioni che, spesso e volentieri, hanno il prezioso fungo come protagonista.

Il tartufo a Savigno

Il tartufo a Savigno

Potrete quindi assaporare il gusto del tartufo bianco o nero (a vostra scelta!) nei morbidi gnocchi di semolino alla romana, gratinati con crema di parmigiano, ma anche nel piatto narrante, una particolarità del Magna e Bevi composta da tagliatelle con rigaglie animelle, funghi porcini e tartufo nero.

Il tartufo a Savigno è adoperato massicciamente anche per i secondi e noi del Magna e bevi questo lo sappiamo bene: nettare d’uovo al tartufo nero/bianco accompagnato da crostini croccanti e spumini di patate (una prelibatezza unica da gustare al cucchiaio…) oppure il coniglio ripieno ai profumi del bosco con funghi porcini e salsa al tartufo nero (tenerissimo coniglio ripieno di salsiccia e porcini, cotto al forno a bassa temperatura.)

Un’apoteosi di sapori e bontà per i vostri palati.. provare per credere!